Come per tante cantine siciliane anche quella delle Cantine Gulino di Siracusa è una storia di famiglia.

Un passaggio di testimone di generazione in generazione che, dal 1793 a oggi, ha tramandato un patrimonio familiare e storico-culturale di saperi e tecniche. Oltre alla produzione vinicola, la famiglia Gulino gestiva un banco per la vendita dei propri vini in Ortigia, centro storico e cuore pulsante della città, dove fervevano le attività commerciali grazie ai due porti che accoglievano le navi di passaggio. A cavallo tra la prima e la seconda guerra mondiale, le Cantine Gulino sono state convertite in azienda agricola, per poi ritornare alla produzione del vino, suggellando questo nuovo inizio con il recupero di uno dei vitigni più antichi del Mediterraneo: il Moscato di Siracusa.

Il Moscato di Siracusa è uno dei più conosciuti e rinomati vini siciliani al mondo: con la ripresa dell’allevamento di queste viti, frutto dei vitigni impiantati nei terreni di Contrada Fanusa dove ha sede l’azienda, le Cantine Gulino hanno elevato il vino Moscato a produzione di eccellenza del territorio, al punto che il Don Nuzzo (Siracusa Moscato DOC), è stato scelto per rappresentare la città di Siracusa nell’anno in cui si celebrano i 2750 anni dalla sua fondazione.
D’altra parte, non si può conoscere e visitare la Sicilia orientale senza una tappa a Siracusa: storia e cultura, arte e archeologia, mare e sole, natura e paesaggio, cucina tipica e vini siciliani d’eccellenza, con prodotti del territorio come il Moscato di Siracusa che, patrimonio della città, ne attraversa la preziosa e secolare stratificazione.

Se è vero – come narra Omero – che in Sicilia tutto cresceva e prosperava spontaneamente, i Greci fondatori di Siracusa non solo ebbero il merito di introdurre in Sicilia e a Siracusa le tecniche di coltivazione della vite che, insieme alla buona terra e al clima mite, permise loro di produrre ottimi vini. Portarono qui ceppi di vite dalle cui piccole uve a bacca bianca si ricavava un vino – Pollio o Biblino – che esportarono, poi, in tutto il Mediterraneo.

Un calice di vino per degustare la storia

Degustare un calice del Moscato di Siracusa Don Nuzzo, produzione d’eccellenza delle Cantine Gulino, è più che accostarsi semplicemente a uno delle tante produzioni delle cantine siciliane: significa fare esperienza del territorio immergendosi nell’avvincente narrazione che, attraverso il gusto e l’olfatto, ci fa ripercorrere il viaggio per mare dei Greci verso le coste della Sicilia orientale, dove essi fondarono Siracusa. Il vino ci trasporta indietro nel tempo: nel 734/733 a. C., esattamente 2750 anni fa.

Da non perdere, allora, i prossimi appuntamenti in cantina: a partire dal 18 luglio, dalle 18 alle 21, il giardino dell’antico casolare delle Cantine Gulino in Contrada Fanusa a Siracusa diviene suggestiva location per aperitivi speciali dove il gusto e i sapori tipici della cucina mediterranea incontrano e sposano i migliori vini delle Cantine Gulino.

Degusta i migliori vini delle Cantine Gulino
e il Moscato di Siracusa Don Nuzzo
Prenota gli aperitivi e le degustazioni in cantina 

Un mix di assaggi tipici secondo la migliore tradizione siciliana, i vini bianchi e rossi delle Cantine Gulino e, dulcis in fundo, l’indiscusso protagonista: il vino dolce Don Nuzzo e i dessert di cui è ingrediente pregiato: il gelo, il gelato e il sorbetto di Moscato.