Abbinamento vino e pane condito, re dello street food siciliano

Abbinamento vino e pane condito, re dello street food siciliano
Il pane condito siciliano è più di un semplice panino imbottito. È un inno alla genuinità della cucina siciliana, al gusto e alla creatività che ne ha sempre contraddistinto ogni aspetto. Come spesso accade, il pane “cunzato” nasce come piatto povero per diventare, poi, una vera leccornia e una pietanza caratteristica dello street food isolano cui è impossibile resistere!

Abbinamento vino e pane condito: la tradizione siciliana del pane “cunzato”.

In dialetto siculo, “cunzato” significa “condito”.
Il pane condito, nella tradizione della nostra terra, era il pane fresco farcito e scaldato al forno.
Gli ingredienti prediletti erano l’olio, il sale, la tuma e l’origano che, con il suo meraviglioso aroma, era l’immancabile tocco finale.
Si aggiungevano, a volte, anche alici sott’olio oppure sarde.

Il pane condito era detto anche “pane della disgrazia”, perché si preparava quando in casa non c’era altro.
Si riusciva, però, a trovare sempre del pomodoro e del formaggio da aggiungere, l’olio delle alici o delle sarde per condire il pane e l’origano per profumare quella che, alla fine, si trasformava in un degno pasto, pur nella sua semplicità e grazie alla genuinità e alla bontà dei condimenti.

Caratteristiche del pane condito.

 

Tipico della gastronomia siciliana, soprattutto della zona del trapanese e del messinese, il pane “cunzato” altro non è che pane, rigorosamente fresco, farcito con ingredienti del territorio, dando sfogo alla fantasia e alla creatività, e scaldato al forno.
Deve risultare morbido e fragrante al centro, con la crosta croccante e gli ingredienti scelti per il condimento freschi e locali.
Tra le varianti più conosciute di pane condito c’è il pane “cunzato” delle Isole Eolie, arricchito con i tipici capperi di Salina, e quello messinese, condito con pomodoro, tuma e verdure.

Pane condito: che vino abbinare?

 
Il pane tostato “cunzato”, una variante che abbiamo ideato a contorno di tutte le pietanze servite durante le nostre degustazioni in cantina si può abbinare indifferentemente con un rosso o con un bianco.

La nostra preferenza, però, va al nostro vino rosso Fanus: un blend di Nero d’Avola e Syrah che ben rappresenta la nostra terra e riesce a unire la storia siciliana alla internazionalizzazione vitivinicola. Un vino vellutato, con cenni evidenti di more e ciliegie e tannini fini e morbidi, capace di esaltare e accompagnare la varietà, la ricchezza e l’intensità dei sapori e dei profumi del pane “cunzato”, ottimo rappresentante della cucina tradizionale siciliana.

DEGUSTAZIONI E APERIVINI IN CANTINA

Scegliete la vostra esperienza tra vino e cibo!

Ogni calice di vino che presentiamo in degustazione, insieme agli assaggi più caratteristici della gastronomia locale, è una vera esperienza del vino, del suo territorio di produzione, ne racchiude caratteristiche, storia, tradizioni, cultura.
I nostri vini sono il racconto della terra che nutre e conferisce sapidità alle uve, della dedizione alla campagna e al lavoro tra le vigne, dell’avvincente storia ammantata di mito dei vitigni che, da generazioni, coltiviamo in Contrada Fanusa: il Moscato di Siracusa, il vino più antico d’Italia, l’Albanello siracusano e il Nero d’Avola.

Vuoi condividere l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Rimaniamo in contatto?

Se vi è piaciuto questo articolo e volete essere sicuri di non perdere i nostri aggiornamenti,
potete iscrivervi alla nostra Newsletter: discreta, mai invadente, rispettosa della vostra Privacy, che custodiamo gelosamente.

Altri articoli dal nostro blog per voi!

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne - Cantine Gulino

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne

Nella sua variante dolce, il pane fritto siciliano era la merenda che mamme e nonne di una volta preparavano ai bambini: semplice, veloce e genuino, il pane avanzato, tagliato a fette, fritto e spolverato di zucchero, si trasformava in un delizioso dolcetto che metteva d’accordo tutti, grandi e piccini. Riscopriamo, con il pane fritto, una pietanza povera, radicata nell’antica tradizione siciliana, che ci riporta indietro nel tempo, ai ricordi dell’infanzia.

Leggi tutto....
Abbinamento vino biscotti di mandorla - Cantine Gulino

Abbinamento vino e biscotti di mandorla

I biscotti di mandorle “Pizzuta” di Avola sono deliziosi pasticcini secchi dal cuore morbido, dolcini di mandorle caratteristici del nostro territorio. La mandorla di Avola, infatti, è tra le varietà più ricercate di mandorla italiana: si coltiva nel siracusano ed è particolarmente adatta a essere sgusciata e trasformata, soprattutto nel settore della confetteria di qualità. L’abbinamento vino di questi pasticcini di pasta di mandorle, semplici e deliziosi, con un calice di Moscato di Siracusa è presto fatto!

Leggi tutto....
Chi ha inventato l’aperitivo - Cantine Gulino

Chi ha inventato l’aperitivo?

Un calice di vino, assaggi di cibi locali da abbinare, una buona compagnia. È la ricetta perfetta dell’aperitivo, un rituale ormai consolidato, un’abitudine diffusa, una tradizione italiana che si ripete soprattutto durante i fine settimana e l’estate, quando ci si può rilassare all’aria aperta godendo di uno splendido tramonto sul mare. Vi siete mai chiesti, però, quando e perché nasce l’aperitivo?

Leggi tutto....
Vendemmia 2022, il nostro racconto - Cantine Gulino

Vendemmia 2022: il nostro racconto

Per noi vignaioli, l’inizio della vendemmia è il periodo più atteso dell’anno. Un momento cruciale che abbiamo vissuto, in queste settimane, con frenesia e un pizzico di ansia, tra un Aperivino in cantina e l’altro, tra un anticiclone africano e l’altro. La natura, come sempre, ha dettato le sue regole e ci ha spinto ad anticipare di qualche giorno la tabella di marcia per la raccolta dell’uva. Ve la raccontiamo, allora, la nostra vendemmia di quest’anno, con il conforto delle antiche memorie, mediate dalle parole, e la suggestione delle immagini del presente.

Leggi tutto....