Nessun prodotto nel carrello.

Cantine Gulino

Una famiglia, un'azienda vinicola,
un legame indissolubile con Siracusa e il suo territorio

I NOSTRI VINI

Moscato, Albanello, Nero d’Avola: una tradizione senza tempo.
I nostri vini sono fragranze e sapori che sublimano gli intensi profumi della Sicilia e la lunga tradizione vitivinicola di questa terra.

I vini rossi, i vini bianchi,
i vini dolci e lo spumante

akram

Vino bianco Chardonnay

Fania

Vino bianco
Fiano - Inzolia

Pretiosa

Vino bianco Albanello

Saliens

Spumante Moscato

Drus

Vino rosso Nero d'Avola

Fanus

Vino rosso
Syrah - Nero D'Avola

Don Nuzzo

Vino dolce Moscato

Jaraya

Vino passito Moscato

I VITIGNI

Grande arte è quella del viticultore che, con pazienza, fatica e amore
deve saper attendere che i dolci germogli crescano, per legare le viti,
e che i grappoli siano neri, per trarne il profumato vino.

Esiodo, Le opere e i giorni

NERO D'AVOLA

Il Nero d’Avola è un vitigno noto anche come Calabrese, erronea traduzione dell’espressione dialettale Calaulisi, derivata dai due termini “Calea” (uva) e “Aulisi”, che ne indicano l’origine dal piccolo centro in provincia di Siracusa, Avola. Vitigno autoctono siciliano, ha foglie di forma circolare, grappoli conici e la buccia degli acini è coriacea, di colore blu.

MOSCATO DI SIRACUSA

Varietà pregiata della famiglia dei Moscati, il Moscato bianco è considerato uno dei vitigni più antichi d’Italia. Lo studioso Saverio Landolina Nava ne faceva risalire le origini all’uva Biblia introdotta a Siracusa dal mitico re Pollis che ne avrebbe ricavato un vino, il Pollio, ritenuto l’antenato del Moscato di Siracusa. La vite ha una foglia di medie dimensioni e forma pentagonale, il grappolo ha una struttura cilindrico-piramidale e la buccia degli acini è sottile, di colore giallo-verde.

ALBANELLO

L’Albanello di Siracusa è un antico vitigno a bacca bianca, storicamente coltivato nelle province di Siracusa e Ragusa. Nel 1879, a proposito di questo vitigno, l’enologo Giovanni Briosi scrisse che, pur non essendo l’Albanello molto noto in commercio, soprattutto all’estero, «pure con esso si potrebbe ricavare il migliore vino asciutto di tutta la Sicilia». Le foglie hanno dimensioni medio-grandi e forma circolare, i grappoli hanno struttura cilindrica o conica.

I nostri vini da vitigni autoctoni siciliani - Cantine Gulino

FIANO

Il Fiano è annoverato tra i migliori vitigni italiani a bacca bianca. Coltivato prevalentemente nell’avellinese, è diffuso prevalentemente in Puglia e, recentemente, anche in Sicilia. Le foglie sono circolare, i grappoli hanno forma piramidale, la buccia degli acini è resistente e di colore giallo-dorato.

INSOLIA

Vitigno bianco italiano, è chiamato Ansonica, anche se in Sicilia è noto come Insolia. È considerato uno dei più antichi vitigni autoctoni siciliani, anche se qualcuno sostiene sia originario della Francia, diffuso in Sicilia nel periodo normanno. Si trova anche in Lazio e Toscana, in particolar modo nell’Isola d’Elba. Le foglie hanno forma pentagonale, i grappoli sono di grandi dimensioni e struttura tronco-piramidale, gli acini sono piuttosto radi.

CHARDONNAY

È un vitigno a bacca bianca originario della Borgogna, ma coltivato e conosciuto in tutto il mondo, Italia compresa, anche se non si conosce il periodo in cui vi è stato introdotto. La foglia ha forma circolare, i grappoli hanno una struttura piramidale e la buccia degli acini ha consistenza media, di colore giallo dorato.

SIRAH

Le origini di questo vitigno a bacca rossa sono contrastanti: si pensa provenga dalla città persiana Shyraz, giunto poi nel nostro paese attraverso Siracusa. Secondo altre fonti sarebbe originario, invece, proprio della città di Siracusa. Le foglie hanno forma pentagonale, i grappoli hanno una struttura cilindrica e la buccia degli acini è di colore blu.

LA VINIFICAZIONE

Esiodo, nelle Opere e i Giorni, ammetteva che «grande arte è quella del viticultore che, con pazienza, fatica e amore deve saper attendere che i dolci germogli crescano, per legare le viti, e che i grappoli siano neri, per trarne il profumato vino». Virgilio, secoli dopo, mentre invoca Bacco nel II libro delle Georgiche, rammenta quanto faticoso sia il lavoro del vignaiolo che, per poter poi raccogliere l’uva, frutto della vite, e dar vita al prezioso nettare, deve saper scegliere i terreni più adatti per ciascun vitigno e quali piante coltivare nelle vicinanze delle viti.

Vinificazione
delle uve bianche

Il sistema di vinificazione in bianco prevede la raccolta a mano delle uve quando hanno raggiunto completa maturazione e ciò avviene nella terza decade di agosto. Deposti i grappoli in cassette da dieci kg, l’uva viene trasportata in cantina dove si procede con la diraspatura (la separazione degli acini dal raspo) e con la pigiatura (l’estrazione del succo per mezzo della pressatura degli acini separati dai semi e dalle bucce). La successiva fase è la macerazione pellicolare in acciaio inox, a 16°C. Il periodo di imbottigliamento è gennaio. L’affinamento avviene in silos di acciaio e in bottiglia per circa tre mesi.

Vinificazione
delle uve rosse

La vinificazione in rosso avviene con lo stesso metodo. La differenza è che alla diraspatura, pigiatura e macerazione pellicolare segue una fase di pressatura soffice e la fermentazione in acciaio inox a 25° C. Le uve rosse vengono raccolte tra la seconda o terza decade di settembre e l’invecchiamento avviene in acciaio inox o tonneau per 12 mesi (se si vuole ottenere un rosso secco) e seguito da sei mesi in bottiglia per un affinamento ottimale.

Vinificazione
dei vini dolci

La vinificazione dei vini dolci è leggermente diversa. Il periodo di raccolta è la prima decade di settembre, con passitura su pianta, o ultima decade di agosto, con passitura su graticci di canne. Le uve raccolte, integre, vengono trasportate in cassette da 10 kg e arrivano in cantina nel più breve tempo possibile. Si esegue la diraspatura e la pigiatura seguita da macerazione pellicolare e pressatura soffice.

degustare o acquistare i nostri vini?
Prenota una degustazione in cantina per conoscere i nostri vini nel luogo in cui vengono prodotti oppure visita il nostro shop online per acquistare comodamente da casa!

Cantine Gulino

La tua location per degustazioni, aperitivi, pranzi e cene a base di piatti tipici abbinati ai migliori vini della cantina, per eventi e meeting aziendali.

Indirizzo

Via Daniele Impellizzeri 29
Contrada Fanusa
96100 Siracusa

Telefono

Tel. 0931.721218
Fax 0931.1752096
Cell. 338.2999041

E-mail

info@cantinegulino.it

Dove siamo

Copyright © 2019 - Enofanusa S.r.l
Sede legale: Viale Tica 127
96100 Siracusa
P.Iva 01333240891
Privacy e Cookie Policy

Orari

Lunedì

9.00 - 13.00

Martedì

9.00 - 13.00

Mercoledì

9.00 - 13.00

Giovedì

9.00 - 13.00

Venerdì

9.00 - 13.00

Sabato

9.00 - 13.00

Domenica

9.00 - 13.00