Braciole alla messinese: che vino abbiniamo?

Braciole alla messinese che vino abbiniamo - Cantine Gulino
Quando si pensa alla cucina siciliana, la prima cosa che viene in mente è il pesce. In realtà, la tradizione culinaria isolana riserva gustose sorprese anche nella preparazione di piatti a base di carne: tra le tante, gli involtini alla messinese per i quali proponiamo l’abbinamento con un classico vino rosso Nero d’Avola.

Braciole, spiedini, involtini: origini e storia delle braciole alla messinese

Dietro ogni pietanza c’è sempre una storia da raccontare.
Un buon vino da abbinare, poi, arricchisce sia la storia che il pasto.

Le braciole alla messinese, comunemente conosciute come involtini di carne alla messinese, sono un piatto tipico della cucina siciliana. Una ricetta talmente conosciuta, apprezzata e cucinata in tutta la Sicilia e non solo, da essere persino celebrata nel Calendario del Cibo Italiano con una giornata dedicata: il 10 marzo.

A Messina, in realtà, preferiscono chiamarli braciole. Fette di carne – lacerto o noce, di solito – accuratamente battute per essere abbastanza sottili da essere arrotolate intorno a un saporito ripieno di mollica, provola, parmigiano e prezzemolo, passate nel pangrattato, infilzate negli spiedini e cotte alla brace.

Pare siano stati gli Spagnoli a far scoprire, nel XVI secolo, ai messinesi questa ricetta, che già amavano consumare con ottimi vini rossi. Erano le “braciole della Regina” perché ne era particolarmente ghiotta la regina Giovanna di Spagna – “la folle” –  che aveva anche assunto ben dieci cuochi solo alla preparazione di questa pietanza. 

Quando, però, si sparse la voce che uno di questi cuochi fosse l’amante della regina, la situazione precipitò e il cuoco dovette fuggire alla chetichella per non incappare nella furia del nipote della regina, Carlo d’Asburgo. Il destino volle che giunse in Sicilia, dove la ricetta delle braciole ebbe talmente successo che i messinesi la personalizzarono con il condimento così da renderla un piatto unico e tipico della zona.

Che vino abbiniamo alle braciole alla messinese?

A un tipico piatto siciliano un vino rosso siracusano.
Corposo, forte e intenso: per gli involtini alla messinese, il consiglio è il nostro vino rosso Drus, Nero d’Avola in purezza.

Vuoi condividere l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Rimaniamo in contatto?

Se vi è piaciuto questo articolo e volete essere sicuri di non perdere i nostri aggiornamenti,
potete iscrivervi alla nostra Newsletter: discreta, mai invadente, rispettosa della vostra Privacy, che custodiamo gelosamente.

Altri articoli dal nostro blog per voi!

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne - Cantine Gulino

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne

Nella sua variante dolce, il pane fritto siciliano era la merenda che mamme e nonne di una volta preparavano ai bambini: semplice, veloce e genuino, il pane avanzato, tagliato a fette, fritto e spolverato di zucchero, si trasformava in un delizioso dolcetto che metteva d’accordo tutti, grandi e piccini. Riscopriamo, con il pane fritto, una pietanza povera, radicata nell’antica tradizione siciliana, che ci riporta indietro nel tempo, ai ricordi dell’infanzia.

Leggi tutto....
Abbinamento vino biscotti di mandorla - Cantine Gulino

Abbinamento vino e biscotti di mandorla

I biscotti di mandorle “Pizzuta” di Avola sono deliziosi pasticcini secchi dal cuore morbido, dolcini di mandorle caratteristici del nostro territorio. La mandorla di Avola, infatti, è tra le varietà più ricercate di mandorla italiana: si coltiva nel siracusano ed è particolarmente adatta a essere sgusciata e trasformata, soprattutto nel settore della confetteria di qualità. L’abbinamento vino di questi pasticcini di pasta di mandorle, semplici e deliziosi, con un calice di Moscato di Siracusa è presto fatto!

Leggi tutto....
Chi ha inventato l’aperitivo - Cantine Gulino

Chi ha inventato l’aperitivo?

Un calice di vino, assaggi di cibi locali da abbinare, una buona compagnia. È la ricetta perfetta dell’aperitivo, un rituale ormai consolidato, un’abitudine diffusa, una tradizione italiana che si ripete soprattutto durante i fine settimana e l’estate, quando ci si può rilassare all’aria aperta godendo di uno splendido tramonto sul mare. Vi siete mai chiesti, però, quando e perché nasce l’aperitivo?

Leggi tutto....
Vendemmia 2022, il nostro racconto - Cantine Gulino

Vendemmia 2022: il nostro racconto

Per noi vignaioli, l’inizio della vendemmia è il periodo più atteso dell’anno. Un momento cruciale che abbiamo vissuto, in queste settimane, con frenesia e un pizzico di ansia, tra un Aperivino in cantina e l’altro, tra un anticiclone africano e l’altro. La natura, come sempre, ha dettato le sue regole e ci ha spinto ad anticipare di qualche giorno la tabella di marcia per la raccolta dell’uva. Ve la raccontiamo, allora, la nostra vendemmia di quest’anno, con il conforto delle antiche memorie, mediate dalle parole, e la suggestione delle immagini del presente.

Leggi tutto....