Abbinamento vino pesce: tortino di alici alla siciliana

Abbinamento vino pesce tortino di alici alla siciliana - Cantine Gulino
Povera, ma gustosa. Semplice, ma dai sapori intensi e decisi. La cucina siciliana, con i suoi colori e le sue vivaci sfaccettature e accostamenti, ha sempre avuto il grande dono di trasformare ingredienti apparentemente di poco conto in piatti unici e deliziosi. Capaci, con i loro profumi, di richiamare alla memoria storie, aneddoti, racconti di un tempo lontano e, nell’abbinamento vino pesce, di riservare sempre piacevoli sorprese. Come nel caso di questo tortino di alici alla siciliana.

Abbinamento vino pesce: le alici, “oro” dei pescatori siciliani.

“Questi a Ognissanti son tutti danari!”, esclamava accorato Padron ‘Ntoni nei Malavoglia.

Per i protagonisti dell’omonimo romanzo di Giovanni Verga, le alici (o acciughe) erano un semplice e umile mezzo di riscatto: così, in famiglia, “si consolavano a far castelli in aria per l’estate, quando ci sarebbero state le acciughe da salare”. 

Erano un pesce – dicevano – che aveva più giudizio del tonno”.

In passato, i pescatori siciliani erano legati a doppio filo a questo pesce molto diffuso nel Mediterraneo. Le alici erano il loro cibo ed erano “denari”. Quando le barche dei pescatori rientravano cariche, era un momento di festa: tutta la comunità si raccoglieva intorno a loro per accoglierli, sventolando berretti, cantando e danzando: “le reti formicolavano e scintillavano al sole a misura che s’affacciavano dall’acqua e tutto il fondo della paranza sembrava pieno d’argento.”

Alla ricerca di un classico abbinamento vino pesce, abbiamo scelto una ricetta siciliana a base di questo ingrediente caratteristico della cucina tipica, molto apprezzato anche per le sue ottime qualità nutrizionali: le alici.

“Hallex”, in latino, era la salsa che si otteneva da questi piccolo pesci azzurri su cui, per secoli, la Sicilia ha costruito la propria economia e una saporita tradizione culinaria. La pesca avveniva con reti dalle maglie molto fitte, tra le quali si impigliavano i pesci: era la cosiddetta pesca “menaica”, ancora oggi in uso, che permetteva di preservare la qualità del pescato. Il pesce, infine, veniva venduto fresco nei vari mercati e la parte eccedente messa sotto sale della mogli dei pescatori.

Tortino di alici al forno alla siciliana: come si prepara?

Il tortino di alici alla siciliana è un classico che si presta a occasioni diverse.
Da preparare rigorosamente al forno, le alici si sposano con un condimento a base di uvetta sultanina, pangrattato, erbette aromatiche e spezie. È un piatto semplice, saporito e allo stesso tempo leggero: dopo aver preparato il ripieno con pangrattato, l’uvetta e gli aromi, si condiscono le alici sistemate, nel frattempo, sul piatto a raggiera. 
Infine, le alici si ripiegano per chiudere e formare il tortino.

Abbinamento vino pesce: cosa abbiniamo al tortino di alici?

Per il tortino di alici alla siciliana abbiamo scelto un abbinamento vino che onora la tradizione vinicola siciliana: Eileos, vino bianco Moscato secco. Un vino giovane in cui spiccano l’intensità e la persistenza dei profumi e degli odori tipici del Moscato. Si contrappongono all’aromaticità e alla speziatura del piatto, creando un abbinamento interessante.

Per questo consiglio di abbinamento vino, ringraziamo Alessandro Carrubba, delegato AIS Siracusa.

Vuoi condividere l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Rimaniamo in contatto?

Se vi è piaciuto questo articolo e volete essere sicuri di non perdere i nostri aggiornamenti,
potete iscrivervi alla nostra Newsletter: discreta, mai invadente, rispettosa della vostra Privacy, che custodiamo gelosamente.

Altri articoli dal nostro blog per voi!

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne - Cantine Gulino

Pane fritto siciliano, merenda delle nonne

Nella sua variante dolce, il pane fritto siciliano era la merenda che mamme e nonne di una volta preparavano ai bambini: semplice, veloce e genuino, il pane avanzato, tagliato a fette, fritto e spolverato di zucchero, si trasformava in un delizioso dolcetto che metteva d’accordo tutti, grandi e piccini. Riscopriamo, con il pane fritto, una pietanza povera, radicata nell’antica tradizione siciliana, che ci riporta indietro nel tempo, ai ricordi dell’infanzia.

Leggi tutto....
Abbinamento vino biscotti di mandorla - Cantine Gulino

Abbinamento vino e biscotti di mandorla

I biscotti di mandorle “Pizzuta” di Avola sono deliziosi pasticcini secchi dal cuore morbido, dolcini di mandorle caratteristici del nostro territorio. La mandorla di Avola, infatti, è tra le varietà più ricercate di mandorla italiana: si coltiva nel siracusano ed è particolarmente adatta a essere sgusciata e trasformata, soprattutto nel settore della confetteria di qualità. L’abbinamento vino di questi pasticcini di pasta di mandorle, semplici e deliziosi, con un calice di Moscato di Siracusa è presto fatto!

Leggi tutto....
Chi ha inventato l’aperitivo - Cantine Gulino

Chi ha inventato l’aperitivo?

Un calice di vino, assaggi di cibi locali da abbinare, una buona compagnia. È la ricetta perfetta dell’aperitivo, un rituale ormai consolidato, un’abitudine diffusa, una tradizione italiana che si ripete soprattutto durante i fine settimana e l’estate, quando ci si può rilassare all’aria aperta godendo di uno splendido tramonto sul mare. Vi siete mai chiesti, però, quando e perché nasce l’aperitivo?

Leggi tutto....
Vendemmia 2022, il nostro racconto - Cantine Gulino

Vendemmia 2022: il nostro racconto

Per noi vignaioli, l’inizio della vendemmia è il periodo più atteso dell’anno. Un momento cruciale che abbiamo vissuto, in queste settimane, con frenesia e un pizzico di ansia, tra un Aperivino in cantina e l’altro, tra un anticiclone africano e l’altro. La natura, come sempre, ha dettato le sue regole e ci ha spinto ad anticipare di qualche giorno la tabella di marcia per la raccolta dell’uva. Ve la raccontiamo, allora, la nostra vendemmia di quest’anno, con il conforto delle antiche memorie, mediate dalle parole, e la suggestione delle immagini del presente.

Leggi tutto....